Scadenze fiscali di settembre 2015

10 settembre Entro il 10 settembre deve essere presentato il modello UNI/2014. 15 settembre Entro il 15 settembre: i soggetti IVA devono effettuare l’emissione e la registrazione delle fatture differite relative a beni consegnati o spediti nel mese solare precedente e risultanti da documento di trasporto o da altro documento idoneo ad identificare i soggetti tra i quali è effettuata l’operazione nonché le fatture riferite alle prestazioni di servizi individuabili attraverso idonea documentazione effettuate nel mese solare precedente; gli esercenti commercio al minuto e soggetti della grande distribuzione devono effettuare…

Read More

Dal 1° maggio al via assegno di disoccupazione ASDI

A partire dal 1° maggio 2015 viene istituito, in via sperimentale per l’anno in corso, l’assegno di disoccupazione denominato ASDI. Si tratta di una misura pensata per fornire una tutela di sostegno al reddito per i lavoratori beneficiari della NASPI (Nuova assicurazione sociale per l’impiego) che abbiano fruito di questa indennità per l’intera sua durata, entro il 31 dicembre 2015, che siano privi di occupazione e si trovino in una condizione economica di bisogno. Nel primo anno di applicazione sono interessati lavoratori appartenenti a nuclei familiari con minorenni e lavoratori…

Read More

Entra in vigore l’assegno elettronico

Da oggi, nell’era della digitalizzazione, oltre a bancomat, carte di credito, bonifici bancari e postali, si potrà usufruire dell’assegno elettronico, una nuova forma di pagamento introdotta dal decreto del Ministero dell’Economia sulla presentazione al pagamento in forma elettronica degli assegni bancari e circolari, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 54/15 ed entrato in vigore il 6 marzo 2015. In base alle nuove normative, l’assegno si ritiene presentato in forma elettronica quando il trattario o l’emittente ricevono, mediante PEC (Posta Elettronica Semplificata) dal negoziatore l’immagine dell’assegno unitamente alle informazioni previste dal regolamento della Banca d’Italia,…

Read More

Aliquote IRPEF 2015

Le aliquote IRPEF e gli scaglioni di reddito valevoli per il 2015 per i contribuenti persone fisiche che sono soggetti al pagamento dell’imposta sul reddito, sono pressoché invariati rispetto al 2014, con oscillazioni tra il 23% e il 43%. Andiamo con ordine: per il calcolo IRPEF 2015 spetta al contribuente individuare: – il reddito complessivo (ottenuto dalla somma dei redditi imponibili netti di ciascuna categoria); – il reddito imponibile (ottenuto dalla differenza tra il reddito complessivo e gli oneri deducibili e le eventuali perdite di anni precedenti); – l’imposta netta (calcolata applicando al…

Read More

Liquidazioni: novità sulle società estinte

Le ultime novità normative sulle società estinte ed obblighi tributari, con particolare riferimento alla responsabilità dei liquidatori sono contenute sulla circolare Agenzia delle Entrate 6/E del 19 febbraio 2015 che espone i chiarimenti interpretativi sulla materia. L’articolo 36 del DPR n. 602/1973, modificato dal Dl n. 175/2014 (decreto Semplificazioni), prevede che i liquidatori rispondano in proprio delle imposte della società se non provano di aver soddisfatto i crediti tributari anteriormente all’assegnazione di beni ai soci o di aver soddisfatto crediti di ordine superiore a quelli tributari. In assenza di specifici…

Read More

Modello F24 Elide: cosa é, a cosa serve

Il modello “F24 Elementi identificativi” viene utilizzato per effettuare i versamenti ove sono necessarie informazioni che non possono essere riportate nel modello F24 ordinario. Non può essere utilizzato, invece, per effettuare i pagamenti per i quali è prevista la compensazione con crediti. Dal 1° febbraio dello scorso anno è possibile versare anche l’imposta di registro, i tributi speciali e compensi, l’imposta di bollo, le sanzioni e gli interessi relativi alla registrazione dei contratti di locazione e affitto di beni immobili. I codici tributo da utilizzare sono stati istituiti con risoluzione n.14…

Read More

Bilanci srl depositati in ritardo: costi e sanzioni

Per svariati motivi può capitare che una srl non abbia depositato i propri bilanci per uno o più anni passati. Se ci si vuole mettere in regola occorrono alcuni passaggi da realizzare grazie all’ausilio del consulente. Prima di tutto bisogna individuare quali siano gli anni di riferimento, così da poter compilare chiaramente i relativi modelli tenendo conto che dovranno essere considerate delle sanzioni; successivamente si devono quantificare anche i diritti della Camera di Commercio locale. Quindi, per quanto riguarda gli importi si considerino i diritti di segreteria pari a euro 60,00…

Read More