Richiesta bonus fondo perduto Covid

Richiesta per ricevere il fondo perduto L’art. 25 del Decreto Rilancio (DL 34 del 19/5/2020) ha introdotto questa misura per contrastare le perdite di fatturato delle imprese, dovute al lockdown, per la grave situazione epidemiologica verificatasi nei mesi di marzo, aprile e maggio 2020. I soggetti che possono richiedere il fondo perduto sono i seguenti: Imprese con un ammontare di ricavi di cui all’art. 85, comma 1, lettere a) e b), del TUIR, relativi al periodo d’imposta 2019, non superiori a 5 milioni di euro; lavoratori autonomi con un ammontare…

Leggi tutto

Bonus Facciate: come beneficiare della nuova agevolazione

Bonus facciate: con un’apposita circolare, l’Agenzia delle Entrate, spiega le condizioni e toglie i dubbi su quali siano i beneficiari della detrazione, gli interventi ammessi al bonus e le procedure da seguire. L’agevolazione consiste in una detrazione d’imposta, sia Ires che Irpef, da ripartire in 10 quote annuali costanti, pari al 90% delle spese sostenute nel 2020 per interventi, compresi quelli di sola pulitura o tinteggiatura esterna, finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti ubicati in determinate zone. Sono ammessi al beneficio esclusivamente gli interventi sulle…

Leggi tutto

In arrivo bonus e agevolazioni per imprese e consumatori green

Sempre più imprese e lavoratori autonomi, sensibili al tema della green economy, acquistano e utilizzano nella propria attività prodotti da riciclo o da riuso: per loro è in arrivo una nuova agevolazione fiscale. Si tratta di un credito d’imposta pari al 25% del costo d’acquisto, fino a un massimo annuale di 10 mila euro, purché i beni acquistati siano effettivamente impiegati nell’esercizio dell’attività economica o professionale. Un analogo bonus è comunque previsto anche per quei consumatori che comprano prodotti da riciclo senza doverli destinare ad un’attività economica, per loro il…

Leggi tutto

Corte di Cassazione: prima casa, trasferire la residenza entro 18 mesi per non perdere benefici

La Corte di Cassazione con ordinanza n. 4800 del 10 marzo 2015, ha sancito che la residenza nell’immobile acquistato come prima casa, al fine di non perdere i benefici, deve essere trasferita entro 18 mesi dall’acquisto, senza considerare però le lungaggini burocratiche dell’amministrazione che non concede per tempo l’autorizzazione per eseguire la ristrutturazione. Per i giudici, infatti, le lungaggini burocratiche non hanno valore e i benefici fiscali per la prima casa spettano alla sola condizione che, entro il termine di decadenza di 18 mesi dalla sottoscrizione dell’atto, il contribuente stabilisca,…

Leggi tutto