Imu e altre tasse sulla casa: cosa c’è da sapere sulle novità in arrivo

In arrivo novità anche per le tasse sulla casa: nella bozza della Manovra di Bilancio 2020, infatti, l’Imu sarà accorpata alla Tasi. L’aliquota di base è fissata all’8,6 per mille, in aumento rispetto all’attuale 7,6 per mille. La legge, però, lascia ai sindaci la facoltà di elevare l’aliquota fino al 10,6 per mille. Poi, nel 2020, l’aliquota potrà essere alzata fino all’11,4 per mille, secondo quello che verrà stabilito nei consigli comunali che, con apposite delibere, voteranno le aliquote da applicare. I Comuni stessi potranno concordare di azzerare l’aliquota, decisione applicabile…

Leggi tutto

Cedolare secca: resta al 10% (per il momento) sugli affitti a canone concordato

Affitti a canone concordato: resta al 10% la cedolare secca. Non solo non torna la vecchia aliquota del 15% ma decade anche l’eventualità di portare l’imposta al 12,5%, come ipotizzato nei giorni scorsi, tanto che la manovra 2020 conterrà una proroga dell’attuale tassa piatta sugli affitti. Ancora però si deve attendere fino a quando il testo del ddl arriverà in Senato, ma comunque tutte le indiscrezioni parlano di una proroga al 10%, con la previsione di rendere l’agevolazione permanente. Il Governo in un primo momento aveva inserito in manovra un aumento,…

Leggi tutto

Prima casa: restano le agevolazioni anche se si mantiene il garage

Chi decide di acquistare una nuova abitazione mantenendo il garage di quella precedente può comunque usufruire delle agevolazioni per la prima casa. A chiarirlo è l’Agenzia delle Entrate, con la risposta all’interpello n. 241/2019, spiegando appunto come sia possibile fruire nuovamente delle agevolazioni “prima casa” per l’acquisto di una nuova abitazione, in caso di alienazione dell’immobile abitativo, acquistato in precedenza col regime agevolato, anche “nel caso in cui si mantenga la proprietà del garage di pertinenza dell’immobile alienato”. Naturalmente resta inteso, e l’ente lo ribadisce, che la norma di riferimento…

Leggi tutto

Canone Rai: nessuna esenzione se l’anziano convive con la badante

Il quesito è scaturito da un interpello presentato all’Agenzia delle Entrate da un’anziana in possesso di tutti i requisiti (età e reddito) per poter fruire dell’esenzione dal pagamento del canone Rai, tranne uno: quello di non convivere con altri soggetti diversi dal coniuge o dall’unito civilmente, poiché nella sua stessa abitazione convive la sua badante. L’Agenzia delle Entrate, così, con la risposta all’interpello n. 242 del 15 luglio 2019 fornisce chiarimenti in merito, precisando che nel caso di presenza della badante convivente, considerata come “altro soggetto titolare di reddito proprio”,…

Leggi tutto

Proposta di legge: fusione Imu e Tasi senza aumenti per il contribuente

È stato il vicepresidente della Camera Alberto Gusmeroli, a proporre, come primo firmatario, la “Nuova Imu”, che ne prevede l’accorpamento con la Tasi. Non solo semplificazioni ma anche, ove possibile, “una riduzione delle imposte per casistiche mirate”, ha dichiarato. Una proposta di legge a cui sta lavorando, in questi giorni, la commissione Finanze della Camera. Gusmeroli li definisce “tagli chirurgici” da effettuare, ad esempio, sui fabbricati occupati, inagibili, sfitti. Riduzioni di cui si sta cercando di capire l’entità e trovare le coperture. Si tratta, in effetti di due tasse sugli…

Leggi tutto

In arrivo bonus e agevolazioni per imprese e consumatori green

Sempre più imprese e lavoratori autonomi, sensibili al tema della green economy, acquistano e utilizzano nella propria attività prodotti da riciclo o da riuso: per loro è in arrivo una nuova agevolazione fiscale. Si tratta di un credito d’imposta pari al 25% del costo d’acquisto, fino a un massimo annuale di 10 mila euro, purché i beni acquistati siano effettivamente impiegati nell’esercizio dell’attività economica o professionale. Un analogo bonus è comunque previsto anche per quei consumatori che comprano prodotti da riciclo senza doverli destinare ad un’attività economica, per loro il…

Leggi tutto

S.R.L., sanzioni: l’amministratore risponde con il proprio patrimonio

Con la sentenza n.1434/2019 la Sez. XVI della Commissione tributaria regionale del Lazio si stabilisce che “In una S.R.L. (Società a Responsabilità Limitata), l’amministratore risponde, insieme alla persona giuridica, delle sanzioni amministrative illimitatamente e con il proprio patrimonio”. La decisione segue un avvenimento nato con la notifica di un avviso di accertamento per oltre 2.600,000 euro all’amministratore di una «società cartiera». Per cui questi, ritenendo illegittima la pretesa delle sanzioni nei suoi confronti si è rivolto ad un Consulente Tecnico di Parte di Roma, il quale pur ritenendo valida l’ipotesi…

Leggi tutto

Professionisti: debiti contributivi prescritti in 5 anni

La Corte di Cassazione, con una sentenza recente, ha fatto luce circa i tempi di prescrizione dei contributi che i professionisti devono versare alle proprie Casse Previdenziali. La sentenza è la numero 13639 ed indica un termine di 5 anni. La sentenza arriva sulla base della nuova disciplina di prescrizione quinquennale contenuta nella Legge n. 335 del 1995 (art. 3), una normativa che detta regole precise per le contribuzioni dovute alle Casse di previdenza privatizzate da parte dei liberi professionisti. Come nel caso in questione, per l’appunto, riferito ad un…

Leggi tutto

Pensionati che dall’estero si trasferiscono nel Sud-Italia: le regole per pagare il 7%

Dall’Agenzia delle Entrate arrivano le istruzioni per i contribuenti titolari di pensioni estere che trasferiscono la residenza fiscale in Italia, in uno dei Comuni appartenenti al territorio delle Regioni Sicilia, Calabria, Sardegna, Campania, Basilicata, Abruzzo, Molise e Puglia, con popolazione non superiore a 20mila abitanti, beneficiando in tal modo di un’imposta sostitutiva pari al 7%, da applicarsi a qualsiasi categoria di reddito prodotto all’estero. L’opzione è valida per i primi 5 anni successivi a quello in cui essa viene esercitata, a patto che non si verifichino le condizioni che possono…

Leggi tutto

Imu e Tasi alla cassa il 17 giugno

Imu e Tasi scattano gli aumenti per le tasse sulla casa a partire da dicembre 2019. Variazioni in aumento per Imu e Tasi, infatti se l’acconto che dovrà essere versato entro il prossimo lunedì 17 giugno, rimarrà sostanzialmente invariato perchè basterà versare il 50% di quanto corrisposto lo scorso anno, ovviamente se la propria situazione immobiliare è rimasta inalterata. La situazione cambierà in occasione del saldo che scedrà il 16 dicembre, infatti la legge di Bilancio 2019 ha cancellato lo stop agli aumenti imposto ai Comuni dal 2016, quindi i…

Leggi tutto