Bonus Pubblicità: domande fino al 30 settembre per l’accesso al credito

Dal 2018 è stato istituito un credito d’imposta per le imprese, i lavoratori autonomi e gli enti non commerciali in relazione agli investimenti pubblicitari incrementali effettuati sulla stampa quotidiana e periodica, anche online, e sulle emittenti televisive e radiofoniche locali (articolo 57-bis del decreto legge 24 aprile 2017, n. 50, convertito dalla legge 21 giugno 2017, n. 96, e successive modificazioni). Per beneficiare dell’agevolazione è necessario che l’ammontare complessivo degli investimenti pubblicitari realizzati superi almeno dell’1% l’importo degli analoghi investimenti effettuati sugli stessi mezzi d’informazione nell’anno precedente. Il credito d’imposta…

Leggi tutto

Scadenza IMU Acconto fissata al 16 giugno 2020

Nonostante le proroghe dei pagamenti fissate dal Decreto Rilancio, il mese di giugno è rimasto fuori da questo intervento di stop ai pagamenti. Di fatto quindi resta fuori anche la prima scadenza Imu 2020 che dovrà essere pagata entro il prossimo 16 giugno.  Ricordiamo che assieme all’acconto dell’Imu è presente anche quello della  Tasi. Categorie interessate al pagamento ed escluse   L’Imu non è dovuta se l’abitazione principale rientra nella categoria catastale: A2 civile abitazione A3 abitazioni di tipo economico A4 abitazioni di tipo popolare A5 abitazioni di tipo ultrapopolare…

Leggi tutto

Bonus Facciate: come beneficiare della nuova agevolazione

Bonus facciate: con un’apposita circolare, l’Agenzia delle Entrate, spiega le condizioni e toglie i dubbi su quali siano i beneficiari della detrazione, gli interventi ammessi al bonus e le procedure da seguire. L’agevolazione consiste in una detrazione d’imposta, sia Ires che Irpef, da ripartire in 10 quote annuali costanti, pari al 90% delle spese sostenute nel 2020 per interventi, compresi quelli di sola pulitura o tinteggiatura esterna, finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti ubicati in determinate zone. Sono ammessi al beneficio esclusivamente gli interventi sulle…

Leggi tutto

Manovra: 2020, incentivi per le assunzioni giovanili e bonus per gli apprendisti

Prorogato nella recente Manovra l’incentivo sulle assunzioni giovanili per il 2020 che si unisce ad alcuni nuovi bonus per attrarre eccellenze e apprendisti. L’esonero contributivo per l’assunzione di giovani under 35 è contenuto nel comma 10 della Legge di Bilancio n.146/2019 eincentiva i contratti siglati fino al 31 dicembre 2020. Si tratta di uno sgravio del 50% per tre anni, fino a un tetto di 3 mila euro, per l’assunzione di giovani fino a 35 anni di età che non abbiano avuto precedenti rapporti di lavoro a tempo indeterminato. L’esonero…

Leggi tutto

Bonus Mobili ed Elettrodomestici: la guida dell’Agenzia delle Entrate

Con un manuale dettagliato, l’Agenzia delle Entrate ricorda che si può usufruire della detrazione Irpef del 50% per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione. L’agevolazione è stata prorogata dalla recente legge di bilancio (legge n. 160/2019 – art. 1, comma 175) anche per gli acquisti che si effettuano nel 2020, ma può essere richiesta solo da chi realizza un intervento di ristrutturazione edilizia iniziato non prima del 1°gennaio 2019. Per gli…

Leggi tutto

Manovra 2020: sconti su TARI e bonus acqua

Tra le novità inserite nel Decreto Fiscale della Manovra 2020 che potranno essere applicate già da quest’anno, arrivano sconti sulla TARI, la tassa rifiuti e un bonus acqua esteso a chi percepisce il reddito di cittadinanza. Entrambe le misure sono destinate a famiglie in condizioni di disagio economico, ovvero che si trovano sotto determinati valori ISEE. Nel dettaglio, il riferimento è l’articolo 57 bis, comma 2, del decreto 124/2019, che recita “Al fine di promuovere la tutela ambientale in un quadro di sostenibilità sociale, l’Autorità di regolazione per energia, reti…

Leggi tutto

Manovra: tasse non pagate, i Comuni potranno pignorare i conti dei cittadini

Tra gli articoli della Manovra in discussione in Parlamento, sta facendo molto discutere la nuova procedura secondo cui il Comune potrebbe bloccare i conti correnti o direttamente pignorarne una parte, così come parte dello stipendio, a coloro che non pagano le tasse locali, come l’Imu o quella sui rifiuti. La norma non riguarda le multe stradali, anche se pare ci sia allo studio un emendamento per includerle. Una novità questa, che rientra tra le procedure di contrasto all’evasione, infatti si stima che 19 miliardi di euro non siano stati ancora…

Leggi tutto

Imu e altre tasse sulla casa: cosa c’è da sapere sulle novità in arrivo

In arrivo novità anche per le tasse sulla casa: nella bozza della Manovra di Bilancio 2020, infatti, l’Imu sarà accorpata alla Tasi. L’aliquota di base è fissata all’8,6 per mille, in aumento rispetto all’attuale 7,6 per mille. La legge, però, lascia ai sindaci la facoltà di elevare l’aliquota fino al 10,6 per mille. Poi, nel 2020, l’aliquota potrà essere alzata fino all’11,4 per mille, secondo quello che verrà stabilito nei consigli comunali che, con apposite delibere, voteranno le aliquote da applicare. I Comuni stessi potranno concordare di azzerare l’aliquota, decisione applicabile…

Leggi tutto

Cedolare secca: resta al 10% (per il momento) sugli affitti a canone concordato

Affitti a canone concordato: resta al 10% la cedolare secca. Non solo non torna la vecchia aliquota del 15% ma decade anche l’eventualità di portare l’imposta al 12,5%, come ipotizzato nei giorni scorsi, tanto che la manovra 2020 conterrà una proroga dell’attuale tassa piatta sugli affitti. Ancora però si deve attendere fino a quando il testo del ddl arriverà in Senato, ma comunque tutte le indiscrezioni parlano di una proroga al 10%, con la previsione di rendere l’agevolazione permanente. Il Governo in un primo momento aveva inserito in manovra un aumento,…

Leggi tutto

Prima casa: restano le agevolazioni anche se si mantiene il garage

Chi decide di acquistare una nuova abitazione mantenendo il garage di quella precedente può comunque usufruire delle agevolazioni per la prima casa. A chiarirlo è l’Agenzia delle Entrate, con la risposta all’interpello n. 241/2019, spiegando appunto come sia possibile fruire nuovamente delle agevolazioni “prima casa” per l’acquisto di una nuova abitazione, in caso di alienazione dell’immobile abitativo, acquistato in precedenza col regime agevolato, anche “nel caso in cui si mantenga la proprietà del garage di pertinenza dell’immobile alienato”. Naturalmente resta inteso, e l’ente lo ribadisce, che la norma di riferimento…

Leggi tutto