Versamento imposta di bollo su fatture elettroniche.

Il 22 luglio è il termine ultimo per versare l’imposta di bollo da applicare, in modo virtuale, alle fatture elettroniche per il secondo trimestre 2019. Quando si paga:L’imposta di bollo virtuale di 2 euro a fattura a carico del debitore è obbligatoria per le fatture emesse senza addebito IVA, se l’importo supera i 77,47 euro. Per importi inferiori la marca da bollo non va applicata, allo stesso modo di come avveniva per le fatture cartacee. Quindi le fatture elettroniche devono riportare specifica annotazione di assolvimento dell’imposta ai sensi del Dm…

Leggi tutto

INAIL: al via concorso sulle buone pratiche per salute e sicurezza sul lavoro nei cantieri

Dal 22 luglio al 22 novembre sarà visibile sul sito dell’Istituto INAIL la procedura per partecipare al concorso nazionale “Archivio delle buone pratiche per la salute e sicurezza sul lavoro nei cantieri temporanei o mobili”, lanciato dall’Inail e dal Gruppo tecnico interregionale per la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro, in collaborazione con il Consiglio nazionale degli ingegneri (Cni) e la Rete delle professioni tecniche (Rpt). Lo scopo è quello di creare un repertorio di buone pratiche per la prevenzione di infortuni e malattie professionali, da mettere a…

Leggi tutto

Canone Rai: nessuna esenzione se l’anziano convive con la badante

Il quesito è scaturito da un interpello presentato all’Agenzia delle Entrate da un’anziana in possesso di tutti i requisiti (età e reddito) per poter fruire dell’esenzione dal pagamento del canone Rai, tranne uno: quello di non convivere con altri soggetti diversi dal coniuge o dall’unito civilmente, poiché nella sua stessa abitazione convive la sua badante. L’Agenzia delle Entrate, così, con la risposta all’interpello n. 242 del 15 luglio 2019 fornisce chiarimenti in merito, precisando che nel caso di presenza della badante convivente, considerata come “altro soggetto titolare di reddito proprio”,…

Leggi tutto

Proposta di legge: fusione Imu e Tasi senza aumenti per il contribuente

È stato il vicepresidente della Camera Alberto Gusmeroli, a proporre, come primo firmatario, la “Nuova Imu”, che ne prevede l’accorpamento con la Tasi. Non solo semplificazioni ma anche, ove possibile, “una riduzione delle imposte per casistiche mirate”, ha dichiarato. Una proposta di legge a cui sta lavorando, in questi giorni, la commissione Finanze della Camera. Gusmeroli li definisce “tagli chirurgici” da effettuare, ad esempio, sui fabbricati occupati, inagibili, sfitti. Riduzioni di cui si sta cercando di capire l’entità e trovare le coperture. Si tratta, in effetti di due tasse sugli…

Leggi tutto

Detrazioni per i figli a carico, limite di reddito e novità per la dichiarazione del 2019

Sono cambiate alcune regole tra il 2018 e il 2019 sulla possibilità di richiedere detrazioni per i figli a carico: fino allo scorso anno, infatti, si poteva beneficiare delle detrazioni per i familiari fiscalmente a carico, purché il reddito di questi ultimi non superasse i 2.840, 51 euro. Dal 2019, invece, si considerano a carico i figli fino a 24 anni con un reddito non superiore ai 4mila euro, mentre per quelli di età superiore bisogna considerare il limite stabilito per tutti i familiari a carico, pari a 2.840,51 euro.…

Leggi tutto

Tutte le scadenze fiscali più importanti del mese di luglio 2019

Prima della pausa estiva, si fa per dire, per le scadenze fiscali, il mese di luglio si è aperto con alcuni appuntamenti importanti per il contribuente, tra cui i termini per la dichiarazione dei redditi per lavoratori dipendenti e pensionati che si presenta attraverso il modello 730/19 precompilato o cartaceo. È possibile inviare il documento, correttamente compilato, attraverso il sostituto d’imposta (il datore di lavoro per i dipendenti o l’ente pensionistico per i pensionati che avrebbero dovuto presentare il modello entro l’8 luglio – il 7 era domenica, per cui…

Leggi tutto

Redditi 2019: chi non deve presentare dichiarazione

Ci sono alcune categorie di contribuenti che sono esentate dal dover presentare la dichiarazione dei redditi per svariate motivazioni, per cui non occorrerà inoltrare alcun modello, per il 2019, relativo ai redditi 2018. Per esempio i contribuenti che hanno redditi di qualsiasi tipologia (ma non quelli derivanti da attività svolte con Partita Iva) quando l’Irpef dovuta, al netto delle ritenute, delle detrazioni per carichi di famiglia e di lavoro o pensione, non supera € 10,33 euro. Poi anche quando i soggetti sono “redditi esenti”, ad esempio coloro che percepiscono pensioni…

Leggi tutto

730/2019, tutte le notizie su rimborsi e trattenute

Si lavora a pieno regime in queste giornate per l’invio di tutta la documentazione necessaria al fine di elaborare il Modello 730/2019 sui redditi dello scorso anno. Adesso, da parte del contribuente, c’è l’attesa per conoscere tutte le notizie utili per ricevere il rimborso eventuale o se ci sono trattenute e a quanto ammontano. I rimborsi relativi all’Irpef e alla cedolare secca che spettano a chi vanta un credito, vengono effettuati nella busta paga del mese di luglio per i lavoratori, mentre per i pensionati a partire dal mese di…

Leggi tutto

Slittano le scadenze di redditi, IMU e Tasi. Proroga per la definizione agevolata

L’approvazione del Decreto Crescita (D.L. 34/2019) porta tante novità anche sul piano fiscale, tra cui lo slittamento dei termini per la presentazione delle dichiarazioni dei redditi e delle scadenze IMU e TASI, cui si aggiunge la agognata proroga per i versamenti di coloro che sono soggetti agli ISA, fissata adesso al 30 settembre. Infine, per chi non avesse fatto in tempo, è ancora possibile accedere alla rottamazione ter e al saldo e stralcio fino al 31 luglio. Andiamo con ordine: per quel che riguarda la presentazione telematica delle dichiarazioni dei…

Leggi tutto

Avvocati: ecco le novità introdotte dal Decreto Crescita

Importanti novità introdotte dal Decreto Crescita per gli avvocati in regime forfettario, sul fronte di trattenute alla fonte su buste paga di propri collaboratori o dipendenti, fatture elettroniche e super-ammortamento. Il nuovo provvedimento è entrato in vigore già lo scorso 1°maggio, ma ha valore retroattivo, quindi applicabile a tutte le retribuzioni erogate a partire dal 1° gennaio 2019. Per cui gli avvocati in regime forfettario che hanno registrato ricavi o compensi non superiori a 65 mila euro nell’anno d’imposta precedente, non sono più esentati dall’obbligo di effettuare ritenute alla fonte,…

Leggi tutto