Non sarà rinnovato nel 2022, dopo la proroga concessa dal primo decreto Sostegni, il cosiddetto Bonus Vacanze. Infatti, coloro i quali lo hanno richiesto dal 1° luglio al 31 dicembre 2020, può utilizzarlo fino al prossimo 31 dicembre 2021, giorno che deve essere compreso nella vacanza per poter beneficiare del bonus.

Il bonus (sconto + credito d’imposta) si può utilizzare o cedere, rivolgendosi alle imprese turistico-ricettive che hanno aderito all’iniziativa e deve essere inserito in fase di pagamento del servizio o al momento dell’acquisto di una vacanza nelle agenzie di viaggio e nei tour operator.

La scadenza si rivolge anche soltanto al primo giorno della vacanza, che deve dunque iniziare entro le date prefissate ma può terminare nei giorni successivi. Ad esempio la vacanza potrà cominciare giorno 31 dicembre 2021 e protrarsi nei giorni successivi. Ricordiamo che i beneficiari del contributo statale per le vacanze è limitato ai nuclei familiari con ISEE fino a 40mila euro.

Il Bonus è pari a 500 euro per nuclei familiari composti da almeno tre persone, 300 euro per famiglie di due persone e 150 euro per i single. L’80% della cifra corrisponde uno sconto sul soggiorno applicato al momento del pagamento, mentre il restante 20% si utilizza come detrazione in dichiarazione dei redditi.

Non perdere gli aggiornamenti

 
Holler Box