L’Inps, nella circolare n.22 del 08.02.2022 ha fornito le aliquote aggiornate e i minimali e massimali di reddito con cui calcolare i contributi previdenziali e assistenziali IVS, dovuti per il 2022, da artigiani ed esercenti attività commerciali, la cui scadenza della prima rata è fissata al 16 maggio 2022.

A queste si aggiunge l’eventuale rata dei contributi sospesi per il COVID.

Si ricordi che la legge di Bilancio 2021, ha previsto, dal 1° gennaio 2022, l’aumento dell’aliquota contributiva aggiuntiva per i soli iscritti alla Gestione degli esercenti attività commerciali che è pari allo 0,48%.

Il massimale di reddito annuo 2022, entro il quale sono dovuti i contributi IVS, è pari a € 80.465,00 (€ 48.279,00 + € 33.186,00).

Resta confermato il regime agevolato con la riduzione contributiva del 35%, ai soggetti già beneficiari del regime agevolato (c.d. forfettari) fiscale e previdenziale nel 2021.

I contributi devono essere versati mediante i modelli di pagamento unificato F24.

La scadenza, come detto, è fissata per lunedì 16 maggio: dopo la pausa del fine settimana si corre il rischio di dimenticarla, anche perché attualmente, la mole di scadenze per ogni categoria è cresciuta notevolmente. Ma esiste una piattaforma che ricorda, automaticamente, tutte le scadenze registrate dall’Agenzia delle Entrate e da tutti gli Istituti, come INPS, INAIL ecc. É quella di Agenda Fiscale, che in maniera semplice e diretta segnala in tempo tutte le scadenze fiscali. In che modo? Con l’invio di una email riepilogativa per TUTTE le scadenze e di messaggi sul cellulare per le scadenze più importanti. Ma c’è di più, perché per le scadenze non ripetibili avviene un ulteriore invio 3 giorni prima.

Non perdere gli aggiornamenti

 
Holler Box