Cos’è:

Il Dl Cura Italia e il Dl Rilancio hanno introdotto alcune tipologie di crediti d’imposta, utilizzabili in compensazione o cedibili a terzi, per sostenere gli operatori colpiti dalle conseguenze dell’emergenza epidemiologica del Covid-19.

I beneficiari del credito d’imposta per botteghe e negozi (introdotto dal Dl Cura Italia) oppure del credito d’imposta per i canoni di locazione degli immobili a uso non abitativo e affitto d’azienda (previsto dal Dl Rilancio) che scelgono di cedere il credito devono comunicare l’avvenuta cessione inviando l’apposito modello dal 13 luglio 2020 al 31 dicembre 2021, esclusivamente attraverso il servizio web messo a disposizione all’interno dell’area riservata dell’Agenzia delle Entrate.

La comunicazione può essere inviata anche avvalendosi di un intermediario di cui all’articolo 3, comma 3, del decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 1998, n. 322 e successive modificazioni.

I soggetti che hanno ricevuto il credito, tra questi  anche gli istituti di credito e altri intermediari finanziari, devono comunicare l’accettazione sempre all’interno dell’area autenticata. Dal giorno lavorativo successivo alla comunicazione della cessione, possono quindi utilizzare il credito in compensazione tramite F24 o cederlo a loro volta ad altri soggetti entro il 31 dicembre dell’anno in cui è stata comunicata la cessione.

Oltre questo termine, la quota non compensata non potrà essere utilizzata negli anni successivi, né essere richiesta a rimborso o ulteriormente ceduta.

Come funziona la cessione del credito per il bonus affitto:

I crediti d’imposta ammessi alla cessione del credito sono il bonus botteghe e negozi, il bonus affitto, il bonus per l’adeguamento e la sanificazione degli ambienti di lavoro.

Il provvedimento relativo alla cessione dei crediti d’imposta sui canoni di locazione è stato pubblicato il 1° luglio 2020. La comunicazione, che consente di cedere il credito d’imposta anche al proprietario dell’immobile, può essere inviata dal 13 luglio fino al 31 dicembre 2021.

Il credito può essere ceduto in tutto o in parte, e tra i soggetti ai quali è possibile trasferire la somma spettante vi sono anche banche ed intermediari finanziari.

Modalità della richiesta

I soggetti che hanno diritto ai crediti d’imposta di cui all’articolo 65 del decreto-legge n. 18 del 2020 (Decreto Cura Italia) e all’articolo 28 del decreto-legge n. 34 del 2020 (Decreto Rilancio), comunicano all’Agenzia delle Entrate l’opzione per la cessione del credito a soggetti terzi in base a quanto previsto dal provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate 1° luglio 2020.

La comunicazione avviene utilizzando la procedura telematica disponibile nell’area riservata Entratel/Fisconline. Dopo l’autenticazione, è possibile accedere alla procedura seguendo il percorso: La mia scrivania / Servizi per / Comunicare e poi selezionando “Comunicazione cessione crediti d’imposta locazioni”.

Per l’utilizzo della procedura, è disponibile il relativo manuale utente – pdf

La comunicazione può essere inviata anche avvalendosi di un intermediario di cui all’articolo 3, comma 3, del decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 1998, n. 322 e successive modificazioni.

Fonte: Agenzia delle Entrate

Iscriviti alla newsletter

Holler Box