Alcune delle più importanti scadenze fiscali di Gennaio 2021

10 gennaio

 

Il primo adempimento fiscale dell’anno riguarda il versamento dei contributi previdenziali relativi all’ultimo trimestre 2020 per i lavoratori domestici.

15 gennaio

Scade il 15 del mese il termine per la fatturazione differita relativa al mese precedente e per la registrazione dei corrispettivi delle associazioni senza scopo di lucro in regime agevolato.

17 gennaio

Il 17 gennaio i datori di lavoro devono versare i contributi INPS per i lavoratori dipendenti.

18 gennaio

Lunedì 18 gennaio è il giorno in cui c’è la più alta concentrazione di adempimenti fiscali del mese. Scade in questo giorno innanzitutto il termine per la liquidazione dell’IVA mensile. Inoltre, sempre alla stessa data i sostituti d’imposta devono provvedere a versare le ritenute e l’imposta sostitutiva sugli incrementi di produttività. Chi ha realizzato delle locazioni brevi è tenuto entro il 18 gennaio al versamento delle ritenute sui canoni o sui corrispettivi pagati o incassati.

Versamenti Sospesi dal Decreto Cura Italia e dal Decreto Liquidità – Ripresa dei Versamenti per il restante 50% dell’importo dovuto – Versamento prima rata per il 2021 Scade il termine per il versamento della prima rata per il 2021 relativa alla ripresa dei versamenti fiscali in scadenza a marzo, aprile e maggio, sospesi ai sensi delle disposizioni previste dal Decreto Cura Italia (DL n. 18 del 17 marzo 2020) e dal Decreto Liquidità (DL n. 23 dell’8 aprile 2020), nel caso in cui il contribuente abbia optato per la rateazione. Si ricorda che il contribuente ha la facoltà di versare il restante 50% dell’importo dovuto, senza sanzioni e interessi, mediante rateizzazione fino ad un massimo di 24 rate mensili di pari importo.

20 gennaio

Entro il 20 gennaio i titolari di partita IVA sono tenuti a versare il bollo relativo alle fatture elettroniche emesse nel quarto trimestre del 2020. Le agenzie di somministrazione devono comunicare al Centro per l’impiego competente tutti i contratti di somministrazione iniziati, rinnovati, trasformati o cessati nel corso del mese precedente.

25 gennaio

Presentazione del modello intrastat per imprese che hanno effettuato operazioni con l’estero.

31 gennaio

 

Versamenti Sospesi di cartelle, avvisi di addebito e avvisi di accertamento – Ripresa dei Versamenti relativi ai pagamenti scaduti tra l’8 marzo 2020 e il 31 dicembre 2020 Scade il termine per l’effettuazione del versamento, in un’unica soluzione, dei pagamenti in scadenza tra l’8 marzo 2020 e il 31 dicembre 2020 (dal 21 febbraio 2020 per i soggetti con residenza, sede legale od operativa nei Comuni della prima Zona Rossa), relativi a tutte le entrate tributarie e non tributarie derivanti da cartelle di pagamento, avvisi di addebito e avvisi di accertamento affidati all’Agente della Riscossione, sospesi in ultima istanza fino al 31 dicembre 2020 dal DL n. 129 del 20 ottobre 2020.

Imposta di Registro – Contratti di locazione ed affitto di beni immobili – Versamento Scade il termine per il versamento dell’imposta di registro, mediante Mod. F24 ELIDE, relativa ai nuovi contratti di locazione e affitto di immobili urbani o a quelli rinnovati tacitamente con decorrenza dal 1° gennaio 2021, per coloro che non hanno optato per il regime della “cedolare secca”.

Imposta Comunale sulla Pubblicità – Versamento Scade il termine per il versamento dell’imposta comunale sulla pubblicità. N.B.: il Comune, sulla base della potestà regolamentare generale attribuita al medesimo, di cui all’art. 52 del D.Lgs. n. 446/1997, può prorogare il versamento del tributo.

IVA – Comunicazione dei dati delle operazioni transfrontaliere (Esterometro) Scade il termine per la trasmissione telematica all’Agenzia delle Entrate dei dati relativi alle operazioni di cessione di beni e di prestazione di servizi effettuate e ricevute verso e da soggetti non stabiliti nel territorio dello Stato nel quarto trimestre 2020 (il cd. “Esterometro”). Ai sensi di quanto previsto dall’articolo 1, comma 3-bis, del D.Lgs. n. 127/2015, si ricorda che non sarà necessario assolvere tale adempimento per le operazioni da e verso l’estero per le quali sia stata emessa una bolletta doganale oppure siano state emesse o ricevute fatture elettroniche.

 

Trasmissione dati spese sanitarie al sistema TS delle spese sanitarie sostenute dal 1° gennaio 2021.Sarà necessario trasmettere:

  • il tipo di documento fiscale,
  • l’aliquota ovvero natura IVA della singola operazione;
  • l’indicazione dell’eventuale esercizio da parte del contribuente dell’esercizio dell’opzione per l’opposizione dei dati all’Agenzia delle Entrate per la messa a punto del 730 precompilato. I dati relativi per i quali è stata esercitata l’opposizione, dovranno essere inviati al sistema TS senza indicare il codice fiscale del contribuente.

 

Iscriviti alla newsletter

Holler Box