L’articolo 1, comma 3 della legge di bilancio,  introduce la riduzione del limite del reddito compessivo per beneficiare del trattamento integrativo che adesso è 15.000 euro per ottenere sul cedolino  1.200 euro netti annui.  (100 euro/mese)

A chi spetta il Bonus 100 euro 2022

Con il passaggio delle aliquote da 5 a 4 quindi si assisterà ad una diminuzione della platea dei beneficiari che potratto accedere alla misura di erogazione del trattamento integratico mensile. Infatti i lavoratori dipendenti che non superano un reddito annuo di 15.000 euro continueranno a ricevere per intero i 100 euro. I lavoratori dipendenti con un reddito annuo compreso tra i 15.000 e i 28.000 euro, invece, il bonus 100 euro sarà calcolato come differenza tra imposta lorda e detrazioni spettanti, ma non potrà superare i 1.200 euro l’anno.

Quindi le nuove disposizioni ansidette porteranno inevitabilmente dei cambiamenti nel cedolino  paga dei lavoratori dipendenti.

Per i dipendenti in trattamento Naspi percepiranno il bonus 100 euro tramite l’accreditato mensile sul proprio conto corrente.

Se vuoi essere sempre informato sulle scadenze fiscali, abbonati ad Agenda Fiscale Basic

Abbonati Subito

Non perdere gli aggiornamenti

 
Holler Box