Il 16 giugno è scaduto il termine ultimo per il versamento in acconto di Imu e Tasi. Cosa fare se non si è riusciti a pagare? Ci sono diverse soluzioni a seconda del periodo nel quale volete effettuare il versamento.
Se questo viene effettuato subito dopo la scadenza, e cioè dal 17 giugno al 30 giugno 2015, il totale dell’imposta deve essere aumentato degli interessi calcolati al tasso legale dell’1% annuo, dal giorno in cui il versamento avrebbe dovuto essere effettuato fino a quello in cui viene eseguito, e della sanzione dello 0,2% per ogni giorno di ritardo.
Se il versamento viene effettuato dal 1° luglio al 16 luglio 2015, oltre agli interessi suddetti, la sanzione ammonta al 3% fissa, indipendentemente dal giorno in cui viene effettuato il versamento.
Infine se il versamento avviene dal 17 luglio al 14 settembre 2015, oltre agli interessi giornalieri, la sanzione sale al 3,33% del dovuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Non perdere gli aggiornamenti

 
Holler Box