Per tutti i contribuenti interessati alla ristrutturazione di un immobile, l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato sul proprio sito delle domande/risposte utili alla corretta gestione dell’agevolazione prevista dal decreto legge n. 63/2013, prorogato dalla Legge di Stabilità 2015. Tra le spese che rientrano nell’elenco delle agevolazioni in materia di ristrutturazione vi sono le spese per l’esecuzione dei lavori, le spese per la progettazione e prestazioni professionali inerenti la ristrutturazione, le spese per la messa in regola degli edifici (conosciuta come legge 46/90) e per gli impianti a metano (legge 1083/71), il compenso inerente la relazione di conformità dei lavori, le spese di perizie e sopralluoghi, l’IVA, l’imposta di bollo e i diritti pagati per le concessioni, le autorizzazioni e le denunzie di inizio lavori, gli oneri di urbanizzazione, gli altri eventuali costi strettamente collegati alla realizzazione degli interventi nonché agli adempimenti stabiliti dal regolamento di attuazione degli interventi agevolati. Per i lavori in proprio è possibile detrarre il costo dei materiali.
Il tutto deve essere pagato esclusivamente tramite bonifico bancario.

FONTE: Agenzia delle Entrate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Non perdere gli aggiornamenti

 
Holler Box