Tutte le scadenze fiscali più importanti del mese di luglio 2019

Pubblicità

Prima della pausa estiva, si fa per dire, per le scadenze fiscali, il mese di luglio si è aperto con alcuni appuntamenti importanti per il contribuente, tra cui i termini per la dichiarazione dei redditi per lavoratori dipendenti e pensionati che si presenta attraverso il modello 730/19 precompilato o cartaceo. È possibile inviare il documento, correttamente compilato, attraverso il sostituto d’imposta (il datore di lavoro per i dipendenti o l’ente pensionistico per i pensionati che avrebbero dovuto presentare il modello entro l’8 luglio – il 7 era domenica, per cui la scadenza è slittata di un giorno -), invio autonomo e CAF o commercialisti (scelta più indicata, in quanto un professionista che conosce la materia e le diverse voci del modello ha una preparazione diversa rispetto a chi non pratica la materia fiscale) che invieranno il modello 730/19 entro il 23 luglio.

Facendo un passo indietro, il primo appuntamento di luglio ha riguardato il saldo IVA che potrà essere corrisposto in un’unica rata o in più tranche durante l’anno. Stessa data anche per l’esterometro relativo alle fatture emesse nel mese di maggio. A metà mese, invece, c’è la scadenza dei versamenti INPS per i lavoratori dipendenti. Anche nelle ultime due settimane di luglio ci sono alcune scadenze da segnalare per i giorni 22, 25 e 31.

Ecco gli appuntamenti nel dettaglio:

  • 1 luglio.

Entro il 1° luglio i titolari di partita IVA hanno versato il Saldo Iva relativo al 2018 in un’unica soluzione o attraverso la prima rata. Stessa cosa anche le partite IVA non soggette ISA (Indice Sintetico di Affidabilità). Altra scadenza importante è il versamento dell’IRPEF da parte delle persone fisiche che non hanno una partita IVA. Per le aziende, invece, c’è l’obbligo di comunicare i dati delle fatture emesse o ricevute con soggetti UE ed extra UE. Questo strumento si chiama esterometro.

  • 15 luglio.

Gli esercenti che lavorano con il commercio al minuto o nella grande distribuzione devono inviare la registrazione dei corrispettivi. Nello stesso giorno, i soggetti IVA devono emettere e registrare tutte le fatture differite dei beni consegnati o spediti nel mese solare precedente.

  • 16 luglio.

Appuntamento mensile per le aziende che svolgono il ruolo di sostituto d’imposta con il versamento dei contributi dei lavoratori dipendenti all’INPS tramite il modello F24.

  • 22 luglio.

I titolari di partita IVA devono versare il bollo virtuale sulle fatture elettroniche emesse nel secondo trimestre 2019.

  • 25 luglio.

 Presentazione degli elenchi Intrastat per gli operatori intracomunitari.

  • 31 luglio.

Le piccole e medie imprese devono trasmettere i dati retributivi e contributivi UniEmens.

Related posts

Leave a Comment