Dal 1° al 31 marzo 2022 è possibile inviare la comunicazione per il cosiddetto “Bonus Pubblicità” che riguarda gli investimenti pubblicitari effettuati o da effettuare nel corso dell’anno, attraverso il modello messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate.

In particolare, le istruzioni illustrano che oltre alla comunicazione per la prenotazione del credito d’imposta, nel mese di gennaio dell’anno successivo a quello di riferimento, occorre inviare la dichiarazione sostitutiva relativa agli investimenti realmente effettuati, al fine di ottenere il calcolo del rimborso fiscale riconosciuto.

Ai fini del bonus pubblicità si applicano anche nel 2022 le misure introdotte dal decreto Sostegni bis, che ha fissato al 50% l’ammontare del credito d’imposta concesso per qualsiasi tipologia di investimento pubblicitario. Mentre è stato eliminato il requisito dell’incremento delle somme investite rispetto all’anno precedente. A prescindere dal mezzo, per investimenti pubblicitari sia sulla stampa che sulle emittenti radio-televisive, il bonus pubblicità 2022 sarà pari al 50 per cento dei costi sostenuti, valore che verrà riparametrato in caso di domande eccedenti rispetto alle risorse a disposizione che ammontano attualmente a 90 milioni di euro.

La domanda dovrà essere inviata in modalità telematica all’Agenzia delle Entrate, sul link “Comunicazione per l’accesso al credito d’imposta”, all’interno del quale i titolari di partita IVA devono indicare i dati degli investimenti effettuati o in programma per l’anno in corso.

I modelli utili per fruire del bonus pubblicità 2022 dovranno essere presentati al Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria, tramite i servizi telematici messi a disposizione da parte dell’Agenzia delle Entrate.

Non perdere gli aggiornamenti

 
Holler Box