Con il messaggio n. 143 del 15.01.2021, l’INPS interviene sulle procedure di gestione delle istruttorie di riesame delle indennità COVID-19, pari a 1.000 euro, prevista dal D.L. n. 104/2020 convertito in legge n. 126/2020, spettanti ai lavoratori autonomi stagionali, intermittenti, occasionali e dello spettacolo. L’Istituto specifica i termini per la trasmissione della documentazione aggiuntiva richiesta.

In particolare, l’indennità si riferisce alle seguenti categorie:

– lavoratori stagionali del settore turismo e degli stabilimenti termali;

– lavoratori in somministrazione del settore turismo e degli stabilimenti termali;

– lavoratori dipendenti stagionali appartenenti a settori diversi da quelli del turismo e degli stabilimenti termali;

– lavoratori intermittenti;

– lavoratori autonomi occasionali;

– lavoratori incaricati alle vendite a domicilio;

– lavoratori dello spettacolo;

– lavoratori a tempo determinato dei settori del turismo e degli stabilimenti termali.

 

L’INPS interviene specificando le motivazioni di reiezione dell’indennità prevista in favore delle categorie di lavoratori, riportate in premessa, e la documentazione richiesta al cittadino qualora intenda chiedere il riesame dell’esito di reiezione. Il termine per proporre riesame è pari a 20 giorni ma non è perentorio.

L’utente può inviare la documentazione attraverso la pagina Inps, cliccando il link “Esiti” nella sezione in cui è stata presentata la domanda “Indennità 600/1000 euro”. Qui si trova una sezione dove è possibile allegare i documenti richiesti per il riesame.

Altra modalità di invio della documentazione allo sportello territoriale di competenza è la casella di posta istituzionale dedicata, riesamibonus600.nomesede@inps.it, istituita per ogni struttura territoriale dell’INPS.

Iscriviti alla newsletter

Holler Box